Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Terme di Caracalla
Visita Guidata per Bambini alle Terme di Caracalla
Alla scoperta delle Terme di Caracalla: Visita Guidata con Attività Didattica per Bambini con le loro Famiglie.
Le "grandi terme imperiali" dove i romani giocavano a palla e facevano molto altro...
Torna a splendere il mosaico di Caracalla
I mosaici delle Terme di Caracalla sono uno dei capolavori dell’età Imperiale. Le decorazioni musive della palestra occidentale sono tornate a risplendere grazie alla Soprintendenza Speciale per il Colosseo con il contributo di Bulgari.
Terme di Caracalla il più grandioso complesso termale conservato a Roma
Le Thermae Antonianae, uno dei più grandi e meglio conservati complessi termali dell'antichità, furono costruite nella parte meridionale della città per iniziativa di Caracalla, che dedicò l'edificio centrale nel 216 d.C. La pianta rettangolare è tipica delle "grandi terme imperiali".
Caracalla - Come raggiungerci
Roma,  Viale delle Terme di Caracalla 52
Metro: Linea B fermata Circo Massimo
Bus: n.760, n.628
 
Caracalla - Orari
Aperto tutti i giorni dalle 9.00

Consultare il calendario degli orari in dettaglio cliccando su ORARI 

Il lunedì il sito resta aperto dalle 09.00 alle 14.00

La biglietteria chiude un'ora prima

Chiuso il 1 gennaio e 25 dicembre

 
Caracalla - Visite guidate
Il sito è accessibile anche con visita guidata attraverso prenotazione obbligatoria.

Oltre all'area archeologica e al parco, è possibile visitare l'area dei Sotterranei, all'interno dei quali, oltre a una cospicua collezione di decorazioni architettoniche delle Terme (colonne, capitelli e bassorilievi), è possibile visitare anche l’installazione permanente della mela di Pistoletto.

Si consiglia  l’utilizzo di scarpe comode e di giacche a vento.
Un complesso straordinario per dimensioni e decorazioni, le Thermae Antoninianae, rappresentano uno dei grandi edifici imperiali meglio conservati dell’antichità. Furono costruite nella parte meridionale di Roma per iniziativa di Caracalla, che inaugurò l’edificio centrale nel 216 d.C. La pianta rettangolare è tipica delle “grandi terme imperiali”. Le terme non erano solo un edificio per il bagno, lo sport e la cura del corpo, ma anche un luogo per il passeggio e lo studio.



Si entrava nel corpo centrale dell’edificio da quattro porte sulla facciata nord-orientale. Sull’asse centrale si possono osservare in sequenza il calidarium, il tepidarium, il frigidarium e le natatio; ai lati di questo asse sono disposti simmetricamente attorno alle due palestre altri ambienti.
Inaugurate dall’imperatore Caracalla nel 216 d.C., secondo alcuni storici le terme furono iniziate dal padre Settimio Severo. La costruzione fu però terminata dai successori di Caracalla: Eliogabalo e Alessandro Severo. La struttura fu poi restaurata da Aureliano e Diocleziano.