Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Terme di Caracalla
Caracalla IV dimensione
Tecnologia e archeologia si uniscono in un viaggio attraverso il tempo. Attraverso la realtà virtuale è possibile vedere le Terme di Caracalla non solo come sono oggi, ma come erano nel 216 d.C., al momento della loro inaugurazione.
Notturni d'estate a Caracalla, visite guidate dal 18 agosto al 3 ottobre
Le Terme di Caracalla si vestono di nuova luce. Dal 18 agosto al 3 ottobre 2017, il complesso monumentale sarà accessibile di notte con visite guidate ogni martedì e venerdì

Le visite, della durata di 75 minuti, inizieranno alle ore 19.30, con ultima partenza alle ore 21.00, consentiranno l'accesso alle aree monumentali illuminate in modo spettacolare grazie ad un progetto curato da Acea. Il percorso di visita consentirà ai gruppi di massimo 25 partecipanti di scendere nei sotterrai e percorrere un dedalo di gallerie dove si nascondeva il cuore pulsante dell'intero edificio, le aree di servizio che servivano ad alimentare le terme in superficie. Inoltre, sarà possibile entrare nel Mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato. 
Caracalla - Come raggiungerci
Roma,  Viale delle Terme di Caracalla 52
Metro: Linea B fermata Circo Massimo
Bus: n.760, n.628
 
Caracalla - Orari
Aperto tutti i giorni dalle 9.00

Consultare il calendario degli orari in dettaglio cliccando su ORARI 

Il lunedì il sito resta aperto dalle 09.00 alle 14.00

La biglietteria chiude un'ora prima

Chiuso il 1 gennaio e 25 dicembre

 
Caracalla - Visite guidate
Il sito è accessibile anche con visita guidata attraverso prenotazione obbligatoria.

Si consiglia  l’utilizzo di scarpe comode e di giacche a vento.
Un complesso straordinario per dimensioni e decorazioni, le Thermae Antoninianae, rappresentano uno dei grandi edifici imperiali meglio conservati dell’antichità. Furono costruite nella parte meridionale di Roma per iniziativa di Caracalla, che inaugurò l’edificio centrale nel 216 d.C. La pianta rettangolare è tipica delle “grandi terme imperiali”. Le terme non erano solo un edificio per il bagno, lo sport e la cura del corpo, ma anche un luogo per il passeggio e lo studio.



Si entrava nel corpo centrale dell’edificio da quattro porte sulla facciata nord-orientale. Sull’asse centrale si possono osservare in sequenza il calidarium, il tepidarium, il frigidarium e le natatio; ai lati di questo asse sono disposti simmetricamente attorno alle due palestre altri ambienti.
Inaugurate dall’imperatore Caracalla nel 216 d.C., secondo alcuni storici le terme furono iniziate dal padre Settimio Severo. La costruzione fu però terminata dai successori di Caracalla: Eliogabalo e Alessandro Severo. La struttura fu poi restaurata da Aureliano e Diocleziano.