Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Santa Croce in Gerusalemme: nuove scoperte nelle Domus costantiniane


L’area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme si arricchisce con le nuove scoperte nelle Domus costantiniane, presentate al pubblico restaurate con le aperture speciali che dall’8 luglio si protrarranno fino al 1° settembre.
 
Carica di una storia plurimillenaria, Santa Croce in Gerusalemme riserva una scoperta grazie alla nuova indagine archeologica realizzata dalla Soprintendenza Speciale di Roma: si tratta di tre ambienti finora sconosciuti della Domus dei ritratti, che chiariscono la struttura e le funzioni di questa residenza dei dignitari della corte di Elena, madre dell’imperatore Costantino.
 
La zona della Domus dei ritratti e della Domus della fontana è stata anche interamente restaurata, dando risalto alle murature e ai pavimenti, con i loro preziosi mosaici del IV secolo. La pulitura degli ambienti e le nuove scoperte hanno anche reso più leggibile ai visitatori il complesso residenziale con le sue divisioni e funzioni.
 
Le aperture speciali del comprensorio di Santa Croce in Gerusalemme saranno articolate in due fasi: da domani 8 luglio fino al 16, le visite guidate saranno gratuite e senza prenotazione dalle 19 alle 20.

Dal 21 luglio al 1° settembre ingresso gratuito dalle ore 20 alle 23 con visite guidata a pagamento e su prenotazione.

È l’occasione per conoscere una delle aree archeologiche più affascinanti della Capitale, che ci riporta alle epoche dei Severi e di Costantino.
 

link fotografie: https://we.tl/4uiFtAkqqH