Come funziona una stiratrice verticale



In commercio esistono davvero moltissimi oggetti che ci possono aiutare nella nostra quotidianità, e tra questi c’è sicuramente la stiratrice verticale.

Stirare è una faccenda che spesso mette a dura prova tutte le casalinghe del mondo. E non solo visto che sono sempre di più anche gli uomini che ammettono di afferrare il ferro da stiro per stirare magliette, pantaloni e camicie.

Le cose da fare in una casa sono già tantissime, se poi si devono perdere ore ed ore dietro ad una montagna di vestiti stropicciati ecco che tutto diventa ancora più pesante.

La verità, però, è che scegliere ed acquistare una delle stiratrici verticali in commercio può essere la soluzione vincente per rendere tutto più veloce e semplice.

Ma come funziona questo elettrodomestico? E come può rendere la nostra vita molto più semplice? È arrivato il momento di scoprirlo.

Stiratrice verticale: tutto quello che c’è da sapere

Lava, asciuga, stira, piega, riponi. Quanto tempo perso a questi capi d’indumento.

Bisogna dire, però, che avere cura dei diversi vestiti è fondamentale per diversi motivi:

  • maggior durata della resistenza del tessuto
  • maggior durata della bellezza dell’indumento
  • migliore impatto estetico del tutto

Stirare i vestiti, quindi, non è solo un fattore di ordine e pulizia generale. È importante anche proprio per avere cura delle fibre di tessuto stesse che, invece, andrebbero a rovinarsi prima del tempo facendo gettare via un indumento che magari amavi tanto.

Per velocizzare tutto, però, ecco che viene in tuo aiuto la stiratrice verticale. Un vero braccio destro che cambierà per sempre il tuo modo di stirare.

Cos’è la stiratrice verticale?

Prima di tutto è importante capire cos’è veramente questo nuovo elettrodomestico che sta letteralmente conquistando il mercato.

La stiratrice elettrica, come dice il nome stesso, altro non è che un ferro da stiro munito di caldaia che, però, viene utilizzato in modo verticale. Per l’appunto.

Il tutto è agevolato grazie ad un palo verticale in cui potrai appendere i tuoi indumenti per passare, poi, allo stiraggio.

Come si usa una stiratrice verticale?

Per capire un po’ meglio cos’è veramente la stiratrice verticale a vapore forse dobbiamo spiegarti filo per segno anche il suo funzionamento.

Di base vi è sempre l’utilizzo del vapore. D’altronde, questo elemento naturale è il migliore in assoluto per avere cura sia dell’indumento stesso che dell’ambiente.

Una volta che l’acqua del serbatoio della caldaia sarà andata in temperatura, ecco che potrai procedere con il tutto.

Come accennato in precedenza, vi è un palo da poter sfruttare per appendere i tuoi indumenti.

Una volta fatto questo passaggio ti basterà impugnare il ferro da stiro, oppure la spazzola o la pistola in base al modello che avete scelto, e procedere con il passare il getto del vapore su tutta la superficie dell’indumento appeso.

Perché scegliere una stiratrice verticale?

Quello che abbiamo scritto fino adesso è tutto molto interessante ma una domanda sorge spontanea: perchè si dovrebbe preferire questa modalità verticale alla classica?

Devi sapere che la posizione appesa degli indumenti rende lo stiraggio molto più semplice:

  • il peso del tessuto agevola l’eliminazione delle pieghe
  • la posizione rende molto più semplice prendere tutta la superficie dell’indumento in pochi passaggi
  • non dovrai perdere tempo a girare, sistemare e spostare l’indumento

Questi punti appena elencati sono fondamentali per capire come stirare in questo modo sia molto più semplice e veloce.

Un esempio lampante? La camicia.

Prova a stirare una camicia su un’asse da stiro ed una camicia invece appesa in verticale. Tutto cambia radicalmente facendoti guadagnare tempo, ed anche regalandoti un risultato finale decisamente migliore.



Giulio Frigerio

Torna in alto