Tutto quello che c’è da sapere su una SRLS

Se non ne hai mai sentito parlare o se vuoi conoscere tutto quello che c’è da sapere su una SRLS, questa è l’occasione giusta per approfondire meglio l’argomento. Se vuoi aprire una SRLS le cose da prendere in considerazione prima di iniziare sono diverse, sebbene si tratti di una formula societaria molto più snella. Ecco perché ti consigliamo in ogni caso di farti seguire da un commercialista capace ed esperto in materia.

Cosa si intende per SRLS?

SRLS è l’acronimo di Società a Responsabilità Limitata Semplificata ed è una variante della classica SRL. È stata lanciata nel 2012, con importanti modifiche nel 2013, e il suo vantaggio principale consiste nella possibilità di costituire una società vera e propria con un capitale minimo di 1 euro e massimo di 9.999 euro. Ricordiamo che per la società a responsabilità semplice, la SRL, servono invece almeno 10.000 euro, che per qualcuno rappresentano una cifra proibitiva.

La sua apertura è regolata dalla legge, secondo il DM n. 138 del 23 giugno 2012 e ulteriori modifiche nel 2013, e offre una sostanziosa semplificazione delle pratiche burocratiche, oltre che del capitale sociale minimo che abbiamo già citato. Vediamo nel dettaglio.

A chi conviene aprire una SRLS?

Quando fu lanciata, la caratteristica più importante di questa tipologia societaria era il fatto che fosse rivolta solo a chi aveva meno di 35 anni. L’anno seguente, però, è stata rimossa questa clausola, aprendo a tutti la possibilità di aprire la SRLS. Così, non è indicata solo per i giovani alla loro prima esperienza, che non hanno grandi fondi per iniziare. È perfetta anche per professionisti più maturi, sia alla loro prima avventura da imprenditori, con una storia di lavoro indipendente alle spalle, sia a chi ha già tentato altre formule.

Che differenza c’è tra SRL e SRLS?

Come anticipato, i costi di apertura sono molto più bassi della normale SRL, che comprendono l’assistenza retribuita di un notaio e si aggirano tra 700 – 1.200 euro, più altri 700-800 per le altre operazioni. Si arriva quindi a un totale di 1.500 – 2.000 euro.

Per aprire la SRLS, invece, al netto delle spese notarili vanno considerati solo i 700-800 di:

  • diritto di iscrizione alla Camera di Commercio
  • imposta di registro
  • tassa per la concessione governativa di vidimazione dei libri sociali

Dal punto di vista invece dei costi di gestione, per entrambe le forme societarie bisogna considerare il diritto annuale CCIAA, la tassa di vidimazione dei libri sociali e il deposito di bilancio, oltre alle diverse imposte e ai contributi INPS.

Il motivo per cui non è necessario pagare il notaio per aprire una SRLS va ricondotto alla scelta di utilizzare un modello standard di atto costitutivo. Non possono essere quindi introdotte modifiche o clausole particolari. Tutto ciò che serve sono le informazioni principali, ovvero:

  • dati personali di ogni socio;
  • denominazione sociale completa;
  • indirizzo di ogni sede;
  • capitale sociale e quote partecipative dei soci;
  • tipo di attività e funzionamento;
  • ruoli amministrativi;
  • luogo e data di sottoscrizione dell’atto.

Tra le altre principali caratteristiche della SRLS va anche ricordato che può esserci un solo socio, ma ce ne possono essere anche altri, che devono però essere solo persone fisiche. La carica di amministratore può essere ricoperta da terzi soggetti non soci e i conferimenti che costituiscono il capitale devono essere in denaro e non anche in natura, come nel caso della normale SRL.

Resta l’autonomia patrimoniale perfetta, proprio come per la normale società a responsabilità limitata: in caso di eventuali debiti sociali, per legge ci si può rivalere solo sul patrimonio societario precostituito.

Quanto tempo ci vuole?

La procedura è molto rapida: bastano due o tre giorni per redigere l’atto costitutivo e inviarlo alla CCIA. Quest’ultima deve poi evadere la pratica entro 48 ore. In circa due settimane potresti quindi già avere tutto quello che ti serve per partire con la tua SRLS.

Ora che sai tutto quello che c’è da sapere sulla SRLS, puoi iniziare a progettare l’apertura della tua attività. Per farlo, ti consigliamo di affidarti a commercialisti costantemente aggiornati sulle ultimissime tematiche fiscali.

Apri la tua SRLS grazie all’assistenza di veri professionisti, per poter vivere in maniera rilassata tutto il percorso imprenditoriale.

Puoi anche prendere in considerazione l’idea di rivolgerti ad un servizio di consulenza totalmente digitalizzato. In Italia, e in particolar modo su Roma, uno dei servizi che sta acquisendo tanta popolarità è quello offerto da Servizio Contabile Italiano. I costi contenuti e la possibilità di poter sempre raggiungere il commercialista senza perdite di tempo, rendono i loro servizi tra i migliori in circolazione

Giulio Frigerio

Torna in alto