Come prepararsi all’arrivo di un bebè in casa

La nascita di un bambino cambia radicalmente le proprie abitudini, in particolare, il suo primo anno di vita richiede la massima attenzione e cura, non bisogna mai lasciarlo da solo, soprattutto, nei momenti più importanti della giornata: quando mangia e quando dorme.

Inoltre, la casa deve essere pronta da accoglierlo, bisogna adottare diversi accorgimenti e preparare gli ambienti in modo che non rappresentino un pericolo per il piccolo.

Ecco alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a rendere la vostra casa confortevole e pronta ad accogliere il nuovo arrivato.

La temperatura ideale

La temperatura adatta al bambino è compresa tra i 18° e i 20°, se è troppo alta può essere dannosa poiché i bambini appena nati non riescono a regolare autonomamente la temperatura corporea ma prendono quella dell’ambiente in cui si trovano.

Per cui, non bisogna coprirli troppo quando sono nel lettino perché può capitare che la temperatura corporea arrivi a 37°, in questo caso non c’è da preoccuparsi, basta semplicemente scoprirli per farla abbassare.

È importante garantire sempre una buona circolazione dell’aria all’interno dell’ambiente in cui si trova il bambino, inoltre, sono da evitare umidificatori che possono irritare le vie respiratorie del piccolo, così come i profumi e i prodotti che si utilizzano per pulire casa.

Il lettino perfetto

La prima cosa a cui pensare quando arriva un bebè è il nido in cui passerà la maggior parte del tempo, almeno nei primi mesi, ci riferiamo al lettino o alla culla.

Le sponde dovranno essere rialzate e avere una distanza dal materasso di almeno 60 cm e una chiusura sicura. Quando il bambino è nel letto o nella culla, queste non vanno mai lasciate abbassate.

Il materasso deve essere rigido e avere le dimensioni del lettino o della culla in modo che non ci siano spazi in cui il piccolo può infilarsi. Se volete avere il bebè molto vicino al vostro letto durante la notte e in totale sicurezza, potete acquistare prodotti come chicco next to me, una culla dai mille usi che si adatta a qualsiasi letto in modo da avere il bambino sempre vicino per qualsiasi tipo di esigenza notturna.

L’abbigliamento adatto

È sicuramente uno dei problemi più frequenti nelle neo mamme, scegliere l’abbigliamento adatto in modo da non creare problemi al piccolo. È un errore frequente pensare che imbottirlo lo protegga dal raffreddamento o da infezione virali.

In estate, tutine e body lo tengono troppo caldo, per cui è meglio optare per vestitini e camicine larghe di cotone o di lino. Preferire sempre indumenti semplici, morbidi e in fibre naturali. Inoltre, sono da evitare nastri, cordoncini e pizzi perché potrebbero impigliarsi tra le dita del bebè.

Bisogna essere sicuri che i bottoni e le eventuali cinture non provochino irritazione alla pelle del bambino, soprattutto sotto le ascelle. Durante il periodo estivo sono da evitare i calzini e se proprio non se ne può fare a meno, preferire quelli di cotone o di filo.

Accorgimenti importanti

Potrebbe essere un concetto scontato e banale ma ripeterlo è sempre utile: assolutamente vietato fumare. Il fumo è dannosissimo per il piccolo, anche durante la gravidanza e l’allattamento. L’esposizione al fumo può provocare riniti, otiti, bronchi, attacchi d’asma. Evitare di fumare in casa e di portare il neonato in luoghi dove ci sono fumatori.

Infine, altra raccomandazione: non tenete accesso il televisore in casa per distrarlo, soprattutto durante il pasto. Luci e rumori della tv possono disturbare la qualità del sonno e non farlo riposare bene.

Per ovviare a questo problema, utilizzate il televisore solo dopo che il bambino si sarà addormentato, magari in un’altra stanza, cercando di tenere il volume basso.

Giulio Frigerio

Torna in alto