Cosa sono e come funzionano i diffusori ad ultrasuoni

Il diffusore di essenza a ultrasuoni sta trovando sempre più spazio all’interno delle case degli italiani. Più in generale, il successo dei diffusori è testimoniato dall’alto numero di commercianti che hanno scelto questi prodotti come articolo di punta della loro offerta. Grazie al tradizionale passaparola tra la gente, la conoscenza della particolare tipologia di diffusore ha raggiunto migliaia di persone in Italia. Sono però anche in tanti a domandarsi cosa sono e come funzionano i diffusori ad ultrasuoni.

Cosa sono i diffusori ad ultrasuoni

Il diffusore ad ultrasuoni diffonde le proprietà degli oli essenziali contenuti in esso in un determinato ambiente. A differenza dei classici brucia essenze, caratterizati dalla presenza di una piccola candela, il diffusore ad ultrasuoni lavora a freddo. Così facendo, vi è una conservazione delle proprietà degli oli nettamente più alta.

A tal riguardo, i principi dell’aromaterapia suggeriscono di usare i sistemi di diffusione a freddo. Sebbene infatti i brucia essenze siano ideali per diffondere il profumo in tutta la casa, dall’altra parte non rappresentano un sistema efficace dal punto di vista salutare come invece lo è un diffusore di essenza a ultrasuoni. È importante sottolineare come un numero elevato di piante contengono diversi principi attivi che svolgono un’importante attività antibatterica e antisettica.

Tali principi favoriscono inoltre la pulizia dell’aria, aiutando in questo modo a migliorare in maniera sensibile la sua qualità. Inoltre, uno dei principali vantaggi del diffusore ad ultrasuoni è quello di adattarsi in particolare a un ambiente le cui dimensioni sono molto generose, grazie a una propagazione rapida e uniforme delle molecole olfattive.

Come funzionano

Gli ultrasuoni consentono di attivare il processo di vaporizzazione dell’acqua attraverso le vibrazioni di una piccola piastra, senza avere la necessità di surriscaldare la sostanza liquida contenuta all’interno del diffusore (che è invece il principio alla base dei brucia essenze). Successivamente, le molecole degli oli vengono inalate dalle vie respiratorie delle persone.

Da una parte raggiungono il sistema circolatorio e gli alveoli, dall’altra il talamo, vale a dire il centro delle emozioni del cervello umano. Di conseguenza gli oli essenziali presentano una duplice funzione: donano benessere dal punto di vista salutare (penetrando negli alveoli polmonari) e psichico, interagendo direttamente con il talamo. Per questo motivo, è consigliato avere un diffusore ad ultrasuoni sia al lavoro che a casa. L’azione degli oli essenziali è infatti in grado di modificare radicalmente la qualità delle ore trascorse in ufficio o nella propria abitazione.

Fa male?

Alcuni utenti si domandano se il diffusore di essenza ad ultrasuoni possa fare male. La risposta è assolutamente no. Anzi, è vero il contrario. Oltre alla diffusione degli oli essenziali, questo sistema produce una lieve ionizzazione che riduce in maniera sensibile l’eventuale presenza nell’aria di micropolveri e inquinanti. Non solo, il diffusore ad ultrasuoni è ideale anche per sanificare in modo naturale gli ambienti chiusi, sfruttando i principi antibatterici e antisettici degli oli essenziali.

In questo modo, il diffusore di essenza aiuta le persone presenti in casa o in ufficio a respirare meglio e soprattutto a inalare un’aria più pulita. Infine, come altri sistemi analoghi, il diffusore ad ultrasuoni può essere utilizzato anche come un elegante complemento d’arredo, senza dimenticare che i led presenti al suo interno favoriscono il processo di cromoterapia.

Giulio Frigerio

Torna in alto