Pulizie in casa, quale elettrodomestico preferire? Guida alla scelta migliore

Avete poco tempo da dedicare alle pulizie? Vorreste fare tutto col minimo sforzo? Come saprete, la tecnologia ci viene in aiuto grazie a degli elettrodomestici in grado di ottimizzare il lavoro di pulizia o, addirittura, farlo al posto nostro.

In commercio, esistono diverse tipologie di aspirapolvere pensate per uso domestico, se non sapete quale scegliere, in questo guida vi aiuteremo a capire quale potrebbe essere quella che meglio risponde alle vostre esigenze.

Scopa elettrica

La scopa elettrica ha dimensioni compatte e un peso abbastanza leggero che ne agevola la manualità, si tratta di un elettrodomestico che permette di svolgere pulizie non troppo profonde, ma può essere comunque utile per una passata veloce sul pavimento.

Ci sono anche dei modelli di scopa elettrica a carica che non hanno fili, sono molto comode, ma le più efficienti costano un po’ e la ricarica alla fine garantisce al massimo 6-7 minuti di funzionamento.

Può essere utile per passarla in una stanza o due, ma per tutta la casa è meglio preferire quella col filo.

Perché si: leggera, maneggevole, può essere usata per gli appartamenti a più piani o per effettuare delle pulizie veloci.

Perché no: se dovete fare grandi pulizie non è indicata, non raggiunge superfici alte, non ci sono molto accessori in dotazione e non ha un forte potere aspirante rispetto ad altre soluzioni.

Aspirapolvere

L’aspirapolvere è un elettrodomestico completo, dotata di un buon numero di accessori che assicura una pulizia più profonda per ogni angolo della casa. È indicata per i pavimenti ma anche per i mobili, i tappeti e le coperte.

Se avete degli animali domestici in casa, vi sarà molto utile perché potrete aspirare i peli dal pavimento e dai tappeti, sfruttando la forte potenza di aspirazione che permette di igienizzare nel modo migliore.

Perché si: l’aspirapolvere è molto potente, se avete necessità di fare grandi pulizie per casa, è la scelta più indicata. Rimuovere qualsiasi tipo di sporco su tutte le superfici, inoltre, viene venduta sempre con un buon numero di accessori che ne potenziano le funzionalità è l’efficacia.

Perché no: se state cercando qualcosa di poco ingombrante e facile da spostare, l’aspirapolvere non è proprio la soluzione adatta a causa del filo, di cui bisogna tener conto la lunghezza, e per via del peso che non la rende facile da trasportare.

Robot aspirapolvere

Il robot aspirapolvere è un piccolo elettrodomestico in grado di svolgere autonomamente le pulizie mentre siete fuori casa o vi riposate in poltrona. Alcuni modelli hanno delle funzionalità aggiuntive che consentono una pulizia più accurata, vi consigliamo di leggere delle recensioni di robot aspirapolvere e lavapavimento per farvi un’idea.

Molti modelli di robot aspirapolvere sono dotati di tecnologia smart con controllo remoto tramite applicazione, questo rende possibile anche la programmazione e la gestione delle pulizie mentre si è fuori casa, facendo risparmiare tempo.

Perché si: il robot aspirapolvere lavora autonomamente, dopo averlo programmato, svolge il suo lavoro e al termine torna alla base di ricarica.

Perché no: la maggior parte dei modelli sono tondeggianti, caratteristiche che non gli permette di pulire gli spigoli della casa. Inoltre, può capitare di dover passare l’aspirapolvere qualche volta, perché i risultati sono per lo più buoni ma non sempre molto efficaci.

Conclusioni

Ora che avete avuto una panoramica sui tre tipi di elettrodomestici utili per le pulizie in casa, potrete valutare e scegliere con più consapevolezza.

Ricordate che se volete sempre avere la certezza di trovare casa pulita, il robot aspirapolvere non può mancare, poiché può lavorare in completa autonomia anche quando siete fuori, vi basterà avviarlo dal vostro smartphone oppure, programmarlo a un orario specifico.

Giulio Frigerio

Torna in alto