Analisi SEO di un sito web: come fare una verifica completa ed efficace

Un’analisi SEO sito web (come suggerito da Gianpaolo Antonante) è fondamentale per migliora il posizionamento del proprio portale nelle pagine dei risultati del motore di ricerca Google e, di conseguenza, la visibilità dei propri servizi o prodotti. Tale verifica si basa su tutta una serie di elementi importanti: eventuale presenza di contenuti duplicati o errori 404, velocità del sito, scelta delle parole chiave, studio dei competitor e analisi dei backlink. A seguire alcuni consigli utili su come fare un’analisi SEO sito web completa ed efficace.

Analisi SEO sito web: lo stato di salute del portale

Innanzitutto è opportuno controllare lo stato di salute del sito. Per farlo è sufficiente collegarsi alla Serch Console di Google (ex Google Webmaster Tools) e verificare se ci sono o meno contenuti duplicati o errori 404 tramite la scheda Copertura, posizionata all’interno della sezione Indice insieme alle opzioni Sitemap e Rimozioni.

Grazie a Google Search Console è inoltre possibile vedere se il sito ha subito una penalizzazione manuale o meno: dalla pagina principale occorre fare uno scroll verso il basso fino a individuare la sezione Sicurezza e azioni manuali, quindi selezionare la voce Azioni manuali.

Velocità del sito

L’utilizzo sempre più diffuso degli smartphone ha aumentato in maniera esponenziale l’importanza della velocità di caricamento della pagina. Un’analisi SEO di un sito web non può dunque prescindere dalla verifica della velocità con cui un sito si carica in un dispositivo mobile.

Lo strumento migliore (e gratuito) è fornito ancora una volta da Google: PageSpeed Insights. Esso mostra la velocità di caricamento sia sui dispositivi mobili che su desktop di una determinata pagina o della home page, fornendo utili suggerimenti sulle aree da migliorare per ottenere un miglioramento significativo sulla perfomance del proprio sito.

Scelta delle parole chiave

SEO è l’acronimo di Search Engine Optmization, cioè Ottimizzazione per i Motori di Ricerca. Nel processo di ottimizzazione la scelta delle parole chiave riveste un ruolo fondamentale, su cui basare il piano editoriale del sito.

Una keyword research efficace può essere svolta tramite i seguenti strumenti gratuiti: Ubersuggest (piattaforma acquistata da un paio di anni dall’imprenditore digitale Neil Patel), Keyword Planner (il servizio free di Google) e Keyword.io (con cui è possibile compiere una keyword research anche per YouTube e Amazon).

Studio dei competitor

Scoprire quali sono le keyword migliori con cui un competitor è posizionato e le parole chiave dove invece fa più fatica rientra nella strategia di analisi SEO di un sito web. A questo riguardo, uno degli strumenti migliori in circolazione è rappresentato dalla piattaforma Semrush.

A differenza degli altri tool elencati qui sopra, Semrush è a pagamento ma offre una prova gratuita della durata di sette giorni. Durante il periodo di prova l’utente può raccogliere un’enorme mole di dati grazie a cui pianificare una strategia SEO a lungo termine.

Verifica dei backlink

Un altro elemento fondamentale nell’analisi SEO del sito web è la verifica dei backlink, cioè dei link ricevuti da altri siti. Maggiore è l’autorevolezza del portale che cita il sito web in questione, più alti saranno i benefici che quel sito riceverà nei mesi successivi nel posizionamento sulla Serp.

Il tool di riferimento per l’analisi dei backlink è Open Site Explorer del portale Moz, uno dei più autorevoli nel settore della SEO a livello internazionale.

Giulio Frigerio

Torna in alto